Chi Siamo

Il "Tavolo Animali & Ambiente" è nato dal sodalizio delle Associazioni animaliste e ambientaliste ENPA, LAC, LAV, LEAL, LEGAMBIENTE L’Aquilone, LIDA, OIPA, PRO NATURA, SOS GAIA che si sono unite nel “Comitato No agli ZOO” per combattere contro la riapertura dello zoo di Torino. La campagna No Zoo è nata nel gennaio 2017 e si è protratta tutto l’anno fino alla vittoria che è avvenuta nel dicembre dello stesso anno. Le Associazioni, dopo la vittoria della campagna, hanno deciso di continuare la proficua collaborazione istituendo il Tavolo Animali & Ambiente, un coordinamento di sigle che condividono fini e modalità operative, tese alla tutela degli animali e dell’ambiente. Il "Tavolo” è sorto per iniziativa delle suddette Associazioni per portare avanti battaglie animaliste e ambientaliste a tutto campo. Memore della preziosa e positiva esperienza maturata come "Comitato No agli Zoo", ha deciso di continuarne il comune percorso nel campo animalista e ambientalista, ponendosi, di volta in volta, gli obiettivi da raggiungere sui quali poi, dopo averli idoneamente pubblicizzati, chiedere le adesioni ad altre associazioni, comitati e gruppi e il sostegno ai cittadini, pur mantenendosi apolitico ed apartitico. Ultimamente il “Tavolo” ha elaborato e presentato un proprio documento programmatico, destinato alle varie forze politiche e ai singoli candidati che si presenteranno alle prossime elezioni regionali del Piemonte, contenente una serie di richieste su specifici argomenti di interesse comune, chiedendo loro di inserirli nei rispettivi programmi elettorali. I temi affrontati nel documento sono molteplici e variegati, andando dall'agricoltura all'alimentazione, dalla gestione della fauna selvatica all'energia pulita, dalla tutela degli animali al problema dei rifiuti, dall'urbanistica ai trasporti. Tutto questo è stato realizzato senza tuttavia perdere di vista gli altri obbiettivi che si è dato, e cioè il seguire, con estrema attenzione, l'evolversi dei lavori sull'emanazione del DDL n. 294 - Legge annuale di riordino dell'ordinamento Regionale del Piemonte Anno 2018, all'interno del quale vi sono importanti proposte di modifica delle "Disposizioni in materia di attività venatoria", e la predisposizione, da parte della Città Metropolitana di Torino, del "Programma per il contenimento dei cinghiali - 2019". Il lavoro comune, svolto in armonia e sempre nell'interesse della causa, ha prodotto un risultato che nessuno si aspettava e per questo motivo abbiamo deciso di continuare a cooperare per la tutela degli animali e dell'ambiente. Continueremo a lavorare insieme nelle mille battaglie che vanno nella direzione del rispetto per la natura e per i suoi abitanti, a qualunque specie essi appartengano.

IL TAVOLO ANIMALI & AMBIENTE
Dal successo della campagna NO ZOO alle prossime battaglie 

Il "Tavolo Animali & Ambiente" è nato dal sodalizio delle  Associazioni animaliste e ambientaliste ENPA, LAC, LAV, LEAL, LEGAMBIENTE L’Aquilone, LIDA, OIPA, PRO NATURA, SOS GAIA che si sono unite nel “Comitato No agli ZOO” per combattere contro la riapertura dello zoo di Torino. La campagna No Zoo è nata nel gennaio 2017 e si è protratta tutto l’anno fino alla vittoria che è avvenuta nel dicembre dello stesso anno.
Le Associazioni, dopo la vittoria della campagna, hanno deciso di continuare la proficua collaborazione istituendo il Tavolo Animali & Ambiente, un coordinamento di sigle che condividono fini e modalità operative, tese alla tutela degli animali e dell’ambiente.
Il "Tavolo” è sorto per iniziativa delle suddette Associazioni per portare avanti battaglie animaliste e ambientaliste a tutto campo. Memore della preziosa e positiva esperienza maturata come "Comitato No agli Zoo", ha deciso di continuarne il comune percorso nel campo animalista e ambientalista, ponendosi, di volta in volta, gli obiettivi da raggiungere sui quali poi, dopo averli idoneamente pubblicizzati, chiedere le adesioni ad altre associazioni, comitati e gruppi e il sostegno ai cittadini, pur mantenendosi apolitico ed apartitico.
Ultimamente il “Tavolo” ha elaborato e presentato un proprio documento programmatico, destinato alle varie forze politiche e ai singoli candidati che si presenteranno alle prossime elezioni regionali del Piemonte, contenente una serie di richieste su specifici argomenti di interesse comune, chiedendo loro di inserirli nei rispettivi programmi elettorali.
I temi affrontati nel documento sono molteplici e variegati, andando dall'agricoltura all'alimentazione, dalla gestione della fauna selvatica all'energia pulita, dalla tutela degli animali al problema dei rifiuti, dall'urbanistica ai trasporti.
Tutto questo è stato realizzato senza tuttavia perdere di vista gli altri obbiettivi che si è dato, e cioè  il seguire, con estrema attenzione, l'evolversi dei lavori sull'emanazione del DDL n. 294 - Legge annuale di riordino dell'ordinamento Regionale del Piemonte Anno 2018, all'interno del quale vi sono importanti proposte di modifica delle "Disposizioni in materia di attività venatoria", e la predisposizione, da parte della Città Metropolitana di Torino, del "Programma per il contenimento dei cinghiali - 2019".
Il lavoro comune, svolto in armonia e sempre nell'interesse della causa, ha prodotto un risultato che nessuno si aspettava e per questo motivo abbiamo deciso di continuare a cooperare per la tutela degli animali e dell'ambiente.
Continueremo a lavorare insieme nelle mille battaglie che vanno nella direzione del rispetto per la natura e per i suoi abitanti, a qualunque specie essi appartengano.